Risposta al consigliere Felice Scirpoli. A proposito dell'imbroglio della Città capitale della cultura...

Per il bene civico e della gente, rispetto qualunque idea e qualunque scelta, ma è un abuso continuare a parlare di mafia nella città di Monte Sant'Angelo. Ad eccezione di una parentesi di passaggio epocale, la nostra non è mai stata la capitale della mafia, bensì la città dell'accoglienza e della solidarietà. Comunque, al di là della "città della mafia", è ovvio che tale dicitura offende tutti i cittadini e penso che l'uso politico del termine "mafia" non sia più credibile.
Questa è un'altra storia. A me, però, non pare che sia civile tacere quando chi è chiamato a rappresentare la Città in consiglio comunale impedisce i singoli consiglieri di svolgere le proprie funzioni democratiche previste dalla legge, privandoli di un sereno , civile e democratico confronto sulla candidatura della Città di Monte Sant'Angelo a capitale della cultura 2025. Il vero problema non è la mafia, ma il comportamento inaccettabile dei "governanti" di oggi di questa città, che costruiscono una città che non c'è.       Leggi anche:

« Ami e difendi la tua Città che resiste » di Matteo Notarangelo
« Ho fatto un sogno » di Matteo Notarangelo
 

Spazio degli approfondimenti: pagina sociale

Un archivio di proposte e pensieri sulle Problematiche Sociali dei nostri tempi.

Argomenti culturali e non solo ...

Interviste, testimonianze, argomenti e varie problematiche per discutere e confrontarsi, accogliendo le varie istanze di rinnovamento culturale

Per una guarigione sociale

Il superamento dei manicomi è stato un obiettivo importante sia per aver ridato il rispetto alle persone.

Cerca nel sito

Usare il motore di ricerca interno al sito per trovare gli argomenti di vostro interesse.

Psicofarmaci: perchè li prendiamo?   ... a cura di Daniele Pirozzi

La sanità pubblica è l'argine alla pandemia  ... la Sanità Pubblica ci può aiutare a superare la pandemia, a cura di Matteo Notarangelo

Innovare in periodo di pandemia  Una occasione per modificare il mondo della Salute mentale introducendo elementi di novità.

Questi articoli li abbiamo scelti per voi

Il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella rivolgentosi agli astanti in occasione delle Celebrazioni per la Giornata delle Forze Armate a Roma il 4 novembre 2018, disse: "VIVA LA PACE".   Che belle parole!.  Non ci può essere Pace se nel nostro cuore albergano collera e odio.   Il mondo ottiene la Pace quando ognuno si adopera a limitare l'ingiustizia e a superare il divario sociale che crea aree di povertà e di disagio. Ci vuol poco per cominciare.     Mi viene in mente la favola del Colibrì:   "Un giorno scoppiò un grande incendio nella foresta e ognuno fuggi per mettersi in salvo.  Un colibrì andava con coraggio verso le fiamme. Gli venne chiesto: Cosa fai? Il colibrì rispose: “Vado al lago, per raccogliere acqua nel becco da buttare, sull’incendio”.   Tutti risero dicendo: " Non crederai di poter spegnere un incendio con quattro gocce d’acqua!?”   Al che, il colibrì concluse dicendo: “Io faccio la mia parte”.

 

ESSERCI

(Autorizzazione Tribunale di Foggia n. 2/98 del 9 aprile 1998)

La Redazione

  • Direttore Responsabile: Donata dei Nobili
  • Direttore Editoriale: Matteo Notarangelo

In Redazione:

  • Maria Francesca Notarangelo (Parma)
  • Pasquale Biscari (Reggio Emilia)
  • Marilisa Notarangelo (Monte Sant'Angelo)
  • Daniele Marasco e Francesco Mango (Foggia)
  • Francesca Notarangelo e Caterina Guerra (Foggia Provincia)
  • Fausta Impagnatiello e Loreta Ricciardi (Gargano)
  • Severino Tognoni (Romania)

Consulenza scientifica:

Daniele Trabucco Associato di diritto Costituzionale italiano e comparato
Dottrina dello Stato

Matteo Impagnatiello Componente del Comitato Scientifico di UniDolomiti

Giuseppe Piemontese Storico

Contatti: cell. 3459219374; tel. 0884-565353
genoveffadetroia.msa@gmail.com
Sito Internet: www.garganosalutementale.it

Indice del sito Gargano Salute Mentale